Netflix, tra 50 anni intratterremo l’intelligenza artificiale?

Il ceo Hastings, ‘Amazon e YouTube non sono rivali, servono i consumatori’

ROMA – “C’è molto dibattito su cosa accadrà all’umanità tra 20-50 anni. Saremo potenziati dall’intelligenza artificiale (AI) oppure l’intelligenza artificiale pura competerà con noi? E’ difficile pensare all’intrattenimento non sapendo se dovremo intrattenere voi o le intelligenze artificiali”. La battuta dal sapore avveniristico è di Reed Hastings. Il Ceo di Netflix l’ha pronunciata sul palco del Mobile World Congress, dove ha tenuto il keynote principale che negli anni scorsi era stato di Mark Zuckerberg.

Hastings ha parlato del futuro di Netflix e dell’intrattenimento in generale. La tecnologia, ha osservato, è difficile da prevedere, ma Netflix si adatterà a qualsiasi scenario, dalla realtà virtuale alle lenti a contatto smart. Tra 10 o 20 anni tutti i video saranno guardati via internet, ha detto, spiegando di non percepire come rivali i servizi in streaming alternativi quali Prime Video di Amazon e YouTube Red: “Non stanno davvero cercando di ucciderci, stanno cercando di servire i consumatori”.

Nell’intervento Hastings ha espresso entusiasmo e commozione per l’Oscar vinto come documentario breve da “The White Helmets”, prodotto da Netflix, che racconta le attività dei Caschi bianchi siriani impegnati a soccorrere i feriti nella guerra. “E’ incredibile, è una delle grandi cose dell’intrattenimento: connettere le persone a storie e luoghi dove non sono mai stati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *